Quattro maschere davvero efficaci!

Oggi voglio parlarvi di quattro maschere per il viso che hanno conquistato il mio cuore e la mia pelle negli ultimi mesi.

Sono maschere abbastanza diverse tra di loro, ma ognuna a suo modo ha decisamente aiutato la mia pelle a migliorare dopo aver avuto uno sfogo cutaneo dovuto a stress. In particolare si è trattato di brufoletti sottocutanei e cisti di piccole dimensioni soprattutto sulla parte laterale del mento.

1. Kiehl’s Tumeric & Cranberry seed energizing radiance masque.


Quando si ha la pelle impura e stressata, inevitabilmente il colorito risulta spento. Questa maschera è un portento, una bomba di energia e luminosità. L’ingrediente principale è la curcuma che ha delle ottime proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e disintossicanti. La curcuma insieme ai semi di mirtillo rosso, che, in fase di risciacquo, agiscono come scrub, rendono questa maschera uno dei must per la mia skincare.

2. Kiehl’s Rare Earth deep pore cleansing masque.


L’ingrediente principale di questa maschera e l’argilla bianca che ha proprietà assorbenti (ottima per il sebo in eccesso), antisettiche e purificanti. Aiuta tantissimo a minimizzare e a pulire in profondità i pori della pelle. Sono solita applicarla solo su fronte, naso e mento, ovvero su quella zona T del viso che tende a lucidarsi facilmente.

3. Missha Black Ghassoul 


Del marchio coreano Missha, questa maschera peel off aiuta a combattere i tanto odiati punti neri. Si applica su naso, fronte e mento in maniera abbondante. Dopo circa 20 minuti (in alcuni casi anche 30) si secca e potete tirarla via come se fossero dei patch per punti neri.


Su di me ha una discreta efficacia, ma su alcune persone non ha apportato grandi risultati.

4. Tonymoly Panda’s Dream White Sleeping Pack.


Spariti i brufoletti spesso restano le macchie che sono un inestetismo fastidioso almeno quanto i brufoli. Per combatterle mi sono affidata ad una serie di trattamenti ad effetto schiarente, tra i quali questa maschera notturna che applico un paio d’ore prima di mettermi a letto, dopo aver passato il tonico. Lasciandola agire tutta la notte gli effetti sono più immediati, anche se per far sparire le macchie della pelle c’è bisogno di molto tempo e costanza.

Ricordatevi di scrivermi in un commento quali sono le vostre maschere preferite e se avete mai provato una di queste di cui vi ho parlato.

Un abbraccio profumato,

Chiara

 

Il Beauty Cocktail del Venerdì#3

IMG_5840 (1)

Il giorno più desiderato della settimana è arrivato, il sole finalmente ha deciso di splendere a Milano ed è l’ora del Beauty Cocktail.

1. Per una pulizia profonda, efficace ma delicata del viso grazie a 300 micro oscillazioni al secondo, basta un minuto al giorno. Io lo utilizzo da tre anni e mai nessun acquisto è stato più giusto, è Clarisonic Mia 2( 149€).

2. Ce ne sono di svariati marchi, vengono da lontano e come vi ho già detto in questo post,  vi consiglio vivamente di inserirle nella vostra routine di bellezza e cura della pelle. Una piccola coccola che vi farà sentire come in una spa regalando alla vostra pelle un’eccezionale luminosità, sono le maschere in tessuto e queste in particolare sono di TonyMoly (1.50€).

3. Si assorbe alla velocità della luce idratando mani e unghie senza lasciarle unte, arricchita con burro di karitè e di avocado. La caratteristica che più mi piace di questo prodotto è il suo profumo delicato, fresco e fruttato, è la Crema mani e unghie di Caudalie (10€).

4. Il color carta da zucchero è uno dei miei preferiti e ho scoperto che mi piace anche sulle unghie, soprattutto d’estate. Lo hanno proposto diversi brand, questo è di NYX cosmetics (3.99€).

5. Uno dei pochi ombretti che ricompro ogni volta che finisce, dura l’intera giornata, si sfuma facilmente e si fissa sulla palpebra senza sbavare minimamente. Utilizzabile sia come base per ombretti in polvere che da solo, è un marrone con riflessi dorati, leggermente metallizzato, è il Long lasting stik eyeshadow di Kiko (6.90€).

Non dimenticate di dare un sorso al Fashion Cocktail di Eleonora.

Un abbraccio profumato,

Chiara

Skincare coreana: 10 step per una pelle perfetta

Tante novità beauty sono arrivate dalla Corea negli ultimi anni, le BB cream e i fondotinta cushion sono solo alcune di queste. In Italia negli ultimi mesi si sente, sempre più spesso, parlare di skincare coreana, infatti “le donne coreane curano la loro pelle come nessuna altra donna al mondo”( 2016 Global and Spa Wellness trend report).  Io, da appassionata di skincare, non potevo non farmi contagiare da questa routine di bellezza che viene da lontano e pare abbia risultati miracolosi.

Da un paio di mesi ho iniziato a seguire questi 10 step della korean skin care routine che ho trovato su “The little book of skincare”.

 Ok lo so, 10 step sembrano davvero tanti e so che penserete che non troverete mai il tempo per farlo, ma vi assicuro che (non dovete farli tutti e dieci ogni giorno) appena inizierete a vedere i risultati vi divertirà anche prendervi cura in questo modo della vostra pelle.

Rimuovere il trucco con un olio detergente

Detergere con l’olio, contrariamente a ciò che si può pensare, non rende la nostra pelle più oleosa, in realtà “l’olio rimuove l’olio” e il make-up. In questo modo puliamo le impurità dalla pelle mantenendola idratata. In Corea  ci sono tantissimi oil cleanser di svariati brand, ma una valida alternativa economica e reperibile qui in Italia è l’olio di cocco.

Detergere ancora con un detergente a base d’acqua

Con un normale detergente viso  eliminiamo i residui oleosi e qualsiasi residuo di impurità dalla nostra pelle. Le donne coreane fanno questi due step massaggiando i prodotti con movimenti circolari sulla pelle, in questo modo si attiva la circolazione ottenendo una pelle più luminosa.

Esfoliare per rimuovere la pelle morta 

Questo step è consigliabile farlo un paio di volte la settimana. L’esfoliazione delle cellule morte  è un procedimento fondamentale per avere un incarnato splendente e far in modo che tutti i prodotti che andiamo ad applicare dopo risultino più efficaci perché riescono a penetrare meglio nella nostra pelle. Tra i miei scrub viso preferiti c’è quello all’aloe vera di Queen Helene.

Preparare la pelle col tonico

Nel rituale della detersione il tonico giusto gioca un ruolo fondamentale. Il tonico è un prodotto che aiuta a bilanciare il pH della pelle per questo è importante trovare quello più adatto al nostro tipo di pelle. Io utilizzo due tonici, quello alla calendula di Kiehl’s al mattino e quello micro esfoliante di La Roche Posay la sera.

Usare le “essence” per rinfrescare l’incarnato

Questo è considerato, dalle donne coreane, “the miracle step“. Queste acque di bellezza idratano la pelle aiutando il ricambio cellulare. Io non ho ancora avuto modo di provare queste essenze, perché non sono ancora facili da reperire in Italia. In alternativa uso una classica  acqua alle rose Manetti e Roberts.

Applicare un siero 

Così come per il tonico, anche per il siero vale lo stesso discorso, quindi bisogna capire di cosa la nostra pelle ha bisogno e trovare il siero più adatto a noi. Questo è il momento della routine in cui perfezioniamo la nostra pelle. Fino a pochi giorni fa ho utilizzato un siero di Clinique ( in cui vi ho parlato nell’ultimo Beauty Cocktail) terminato il quale ho sostituito con uno del marchio coreano It’s Skin ,che vi dà la possibilità di scegliere tra dieci sieri altamente concentrati, quale è quello più adatto a voi.

it-s-skin-power-10-formula- (1).jpg

Lenire la pelle con le maschere in tessuto

Questo è in assoluto il mi step preferito, un momento tutto per me alla fine della giornata. Io applicherei una maschera al giorno ma è uno step che potete fare anche un paio di volte la settimana. Le maschere in tessuto sono una novità assoluta che arriva dalla Corea ma già alcuni brand europei (soprattutto Sephora) propongono la loro versione di questa coccola magnifica. Sul sito BB cream Italia potete trovare tantissime di queste maschere di brand coreani.

 

Non dimentichiamo il contorno occhi

L’area intorno ai nostri occhi è la parte di pelle più delicata del nostro viso, quindi non dobbiamo mai dimenticarci di idratarla adeguatamente con un ricco contorno occhi soprattutto per prevenire le “simpatiche zampette di gallina”.

Idratare

Una pelle luminosa e raggiante non si può ottenere senza una regolare idratazione. Dobbiamo sempre ricordarci di applicare una crema idratante su viso e collo (quest’ultimo non dobbiamo trascurarlo assolutamente) e una volta la settimana una maschera in crema che agisce tutta la notte come quella di TonyMoly.

IMG_5860.JPG

Proteggere la pelle dal sole

L’ultimo step è quello più importante in assoluto, applicare l’SPF (Sun Protection Filter) è l’unico vero modo che abbiamo per prevenire la formazione delle rughe, non solo quando siamo al mare o in piscina, ma ogni singolo giorno, anche se usciamo per pochi minuti e il sole non splende. Non mi voglio soffermare su tutti i danni che, purtroppo, il sole causa alla nostra pelle, chiara o scura che sia, spero che ad oggi tutti noi ci rendiamo conto dell’importanza della protezione solare.

Fatemi sapere con un commento se avete provato o proverete questo tipo di skincare e se questi consigli sui prodotti vi sono stati utili.

Un abbraccio profumato,

Chiara